Tutti gli articoli di AdminlaDestra

Videochiamate di gruppo utilizzando il pc

La pandemia dovuta alla diffusione del Coronavirus, cioè il Covid 19, ci ha veramente stufato!

Abbiamo tutti voglia di uscire e di riprendere la  nostra vita sociale, fatta di incontri con gli amici e con le persone care.

Come possiamo fare adesso che, a causa delle restrizioni governative, non abbiamo la possibilità di spostarci da una regione all’altra e non abbiamo la possibilità di vedere le persone care?!

Una soluzione c’è: bisogna attivare una connessione alla rete internet (potresti utilizzare anche il tuo smartphone come router, se non hai un altro tipo di connessione) e bisogna munirsi di un personal computer come quelli in vendita sullo shop online Haxteel.eu.

Perché proprio un personal computer?

Il motivo è che un personal computer ha lo schermo grande, quindi è davvero molto comodo.

Con il grandissimo display del personal computer sarà comodissimo organizzare delle videochiamate di gruppo, sia con i tuoi parenti lontani che con gli amici che non puoi vedere da un po’ di tempo.

Inutile negare che una videochiamata non è la stessa cosa di un incontro dal vivo, ma è un modo per rimanere in contatto, per guardare in faccia le persone  a cui tieni di più.

Se questa pandemia fosse scoppiata qualche anno fa, probabilmente, non avremmo avuto alcuna possibilità di vedere i volti delle persone a noi care; mentre, invece, adesso grazie alla tecnologia almeno possiamo vederli!

Programmi come Zoom, per esempio, stanno permettendo non solo di fare videochiamate di gruppo, tra amici e parenti, ma anche di fare riunioni di lavoro.

Molte aziende, infatti, per motivi di sicurezza, stanno ancora lavorando in smart working e, grazie a Zoom, le riunioni possono essere fatte anche a distanza.

Ma non c’è solo Zoom, anche Whatsapp permette di fare videochiamate con più utenti insieme.

Ovviamente, Facebook non poteva rimanere indietro così, già durante il primo lockdown di marzo 2020, si è dato da fare ed è stato fatto un aggiornamento di Facebook Messenger che permette di creare ‘camere’ con molti utenti; in pratica, ha le funzioni quali uguali a quelle di Zoom.

Chiaramente, tutti questi programmi per fare videochiamate possono essere utilizzati anche da smartphone o da tablet semplicemente scaricando l’app sul proprio device ma, ovviamente, utilizzarle da pc è molto meglio. Vedere i visi delle persone tramite il personal computer è nettamente meglio, in quanto si visualizzano in una dimensione più grande, mentre sullo schermo di uno smartphone o di un tablet si vedono piccolissimi.

Investire in un personal computer è comunque una cosa positiva perché esso si rivelerà sempre utile. Un personal computer, infatti, non è solo comodo per le videochiamate di gruppo ma per tantissime altre attività, di vario genere.

Se vuoi acquistare un personal computer di qualità, ma ad un prezzo accessibile ti consigliamo di dare un’occhiata allo shop online Haxteel.eu, dove potrai trovare moltissimi oggetti high tech a prezzi estremamente competitivi.

La tua cucina

Stai ristrutturando la tua casa e, quindi, devi ristrutturare anche la cucina?

Oppure, hai acquistato una nuova abitazione e, ovviamente, devi comporre una cucina al suo interno?

Non preoccuparti, sappiamo che non è semplicissimo, così ti consigliamo di visitare lo shop online Idroclic all’interno del quale potrai trovare tantissimi miscelatori, da quelli più semplici fino ad arrivare a quelli più tecnologici.

Il rubinetto della cucina è un oggetto indispensabile e di grande importanza: esso non serve solo per lavare le varie stoviglie che si sporcano, ma viene utilizzato anche per lavare e disinfettare alcuni cibi prima di mangiarli.

Sullo shop online Idroclic sono disponibili varie tipologie di miscelatori: 1) i rubinetti ‘classici’; 2) i rubinetti a muro; 3) i rubinetti con doccetta estraibile; 4) i rubinetti sottofinestra; 5) i rubinetti tre vie; 6) i rubinetti con molla.

Una cosa importante da non sottovalutare è che i tanti miscelatori presenti sull’e-commerce Idroclic, non solo sono altamente funzionali ma hanno sempre un occhio di riguardo per l’estetica: praticità e bellezza sono sempre un connubio perfetto.

Negli ultimi anni, ad esempio, sono molto apprezzati i miscelatori con doccia estraibile; la doccetta che può, appunto, staccarsi dalla base del rubinetto permette movimenti veloci in quanto è dotata di molta flessibilità.

La cucina è una delle stanze più vissute della casa, quindi deve essere arredata con gusto e con cura, e bisogna far attenzione ad ogni suo particolare.

Perché la cucina è una stanza importante, anzi fondamentale, della casa?

In cucina si fanno molte cose, quella più importante è, certamente, cucinare.

Ma, all’interno della cucina, non si prepara solo cibo; la cucina è una stanza molto vissuta: la mattina in cucina si prepara la colazione e, spesso, la si consuma al suo interno; oppure, quando il lavoro lo permette, il pranzo si prepara ovviamente in cucina ed è lì che si consuma; lo stesso vale per la cena che si prepara e si consuma all’interno della stessa cucina, se lo spazio lo permette.

Per tutte queste motivazioni, quindi, la cucina deve essere arredata con molta attenzione.

La rubinetteria ed il lavello, ovviamente, sono le componenti più importanti perché tra le più utilizzate, ma non bisogna dimenticarsi anche della cucina stessa, cioè forno e fuochi.

È fondamentale, infatti, sceglierli facendo molta attenzione perché serviranno per cucinare; per quanto riguarda il forno è importante dare sempre un’occhiata alla classe energetica, si consiglia una classe energetica che consuma di meno che di solito è quella AA+.

Una volta scelti il miscelatore, il lavabo, il forno e i fuochi (classici o a induzione), si può pensare al mobili; se lo spazio della stanza in cui è ubicata la cucina lo permette, al suo interno si può pensare di inserire un tavolino con delle sedie, così da poter mangiare anche lì.

Cosa aspetti?

Inizia subito ad arredare la tua cucina, cominciando proprio dal miscelatore e dal lavello. Sul sito Idroclic troverai una vasta gamma di prodotti a prezzi davvero convenienti!

Come rendere più bella la camera da letto

La camera da letto è una stanza della casa molto importante.

All’interno della camera da letto, infatti, non solo si riposa ma si trascorre, in genere, il momento più rilassante della giornata cioè quello che precede il sonno.

Come rendere più bella, più comoda e più rilassante la propria camera da letto?

Sul sito Pescatore Home & Living puoi trovare di tutto per la tua camera da letto, così da renderla un posto speciale.

Ma come fare per migliorare la propria camera da letto?

Inizia con una cosa semplice ma che molti sottovalutano, cioè la tenda. Che la tua camera da letto abbia il balcone o abbia solo la finestra poco importa, l’importante è coprire con una tenda in grado sia di dare più intimità alla stanza ma anche di proteggere dagli spifferi.

Una volta scelta la tenda non puoi non pensare ad un tappeto. Il tappeto, infatti, sembra quasi donare calore ed intimità all’ambiente e, se pulito quotidianamente, su di esso si può camminare anche a piedi nudi.

Dopo aver selezionato la tenda ed il tappeto più adatti all’ambiente della tua stanza da letto non puoi non scegliere con cura il materasso.

Il materasso è fondamentale perché è grazie ad esso che si riposa bene; dormire bene e fare un sonno di qualità è fondamentale, perché se dormiamo bene possiamo affrontare al meglio la giornata seguente.

Un materasso di qualità è fondamentale e necessario per garantire un buon riposo ma, al tempo stesso, è necessario anche un guanciale che permetta di posizionare la testa ed il collo nel modo giusto così da garantire un buon riposo notturno.

Una volta scelti il materasso ed il guanciale adeguati si può passare alla parte più divertente, cioè quella che riguarda la biancheria da letto.

Essendo quasi arrivato l’inverno avere una trapunta calda e avvolgente è necessario, poiché solo se abbiamo la giusta temperatura possiamo riposare bene; quando si sceglie una trapunta di qualità all’interno del letto ci si sente caldi, così ci si rilassa e si dorme meglio.

Non tutti, però, vogliono una trapunta, ci sono persone che preferiscono il piumino, quello molto caldo e leggero che essendo, generalmente, caratterizzato da colori molto basici (tipo il bianco) necessita di essere coperto perché non bellissimo esteticamente.

Come poter ‘camuffare’ il piumino? Le soluzioni possono essere due: a) scegliere un copriletto da poggiare sopra; 2) scegliere un copripiumino.

Negli ultimi anni, molte persone stanno apprezzando i copripiumini, che non solo permettono di rendere il proprio letto sempre diverso esteticamente ma, allo stesso tempo, fanno sì che la mattina il letto possa essere sistemato in maniera pratica e veloce.

I copripiumini, però, non sono apprezzati da tutti, soprattutto dalle vecchie generazioni che prediligono il ‘classico’ completo di lenzuola per il letto.

Con le temperature fredde e rigide dell’inverno sono molto apprezzate le lenzuola in flanella che sono in grado di rendere il letto ancora più caldo.

Cosa aspetti?

Corri sul sito di Pescatore Home & Living e rendi speciale la tua camera da letto.

I giocatori del settore giovanile del Napoli

Come tutte le grandi squadre del campionato di massimo livello italiano anche il Napoli ha un settore giovanile da tenere sempre d’occhio. Il settore giovanile fa riferimento al Campionato Primavera 1 che è la competizione calcistica giovanile più importante nel panorama italiano. Questo campionato è organizzato dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A, ed è disputato dalle formazioni giovanili più forti, l’unica importante condizione per potervi partecipare è che le società, a cui appartengono le aree giovanili, deve avere le squadre maggiori iscritte al campionato di serie A o B. Il Campionato giovanile nasce nella stagione 1962-63 e va a sostituire il Campionato Cadetti, a cui partecipavano i giocatori che non avevano compiuto ancora il 19 anni, visita il sito https://www.calcionapoli24.it/calcio_mercato/ per saperne di più.

Negli anni la Rosa giovanile ha regalato grandi campioni al Club Partenopeo, il primo grande risultato dell’area giovanile, ancor prima che nascesse il Campionato Primavera 1, fu Attila Sallustro. Attila iniziò a giocare a calcio all’età di otto anni, arrivando giovanissimo tra le prime file del Napoli. Si può dire che il grande Napoli sia nato con lui, Sallustro è in campo nelle prime partite della SSC nella stagione 1926, una stagione non proprio fortunata per la squadra che totalizza un solo punto in diciotto giornate. Ma negli anni successivi la squadra scalò la classifica anche grazie a lui.

Sallustro non è il solo grande giocatore del club arrivato dal settore giovanile, negli anni ‘80 la giovane rosa vide nascere un grande giocatore napoletano: Ciro Ferrara che milita tra le file della maggiore squadra dal 1984 al 1994, vivendo al pieno il periodo Maradona e dei grandi successi del SSC con le conquiste degli scudetti. 

Dopo alcuni anni di crisi a metà degli anni ‘90 il settore giovanile del Napoli è pronto a lanciare nel campionato di massima serie altri grandi giocatori come Fabio Cannavaro, oggi considerato uno dei migliori difensori della storia del calcio. Cannavaro passa dalle giovanili alla squadra maggiore nel 1992 e vi resta fino al 1995, poi gioca per vari club italiani fino al 2006, anno in cui viene acquistato dal Real Madrid, ritorna poi in Italia nel 2009 giocando nella Juventus. Chiude la carriera da giocatore nella stagione 2010-2011 nella Al-ahli società calcistica degli Emirato Arabi. 

Dopo gli anni novanta il settore giovanile ha avuto un crollo fino ad arrivare al fallimento del 2004. Con l’arrivo del presidente Aurelio De Laurentiis anche il settore giovanile rifiorisce ritornando man mano a partecipare di nuovo ai tornei e alle competizioni nazionali destinate ai reparti giovanili delle squadri maggiori.

I cocktail più famosi a base di rum

Il rum è un superalcolico ottenuto dalla distillazione della melassa della canna da zucchero. Una bevanda molto apprezzata che nei secoli è stata impiegata in molte preparazione, dando vita a numerosi cocktail, alcune di queste bevande hanno avuto più fortuna di altre riscuotendo un successo mondiale. Vediamo insieme quali sono i 5 cocktail più famosi a base di rum.

Mojito

Bevanda cubana, sicuramente, la più famosa di quelle preparate con il rum. Il mojito è uno dei cocktail più antichi e i suoi ingredienti sono tutti facilmente reperibili a Cuba, e altrove. Già ai tempi dei pirati era famosa una bevanda preparata con zucchero di canna, succo di lime e rum grezzo.

Il Mojito cubano nasce come bevanda rifrescante e per questo troviamo come suo ingrediente caratteristico la menta, la quale non deve essere menta selvatica ma una menta più delicata che deve essere pesta leggermente affinché non sprigioni un sapore troppo forte. La ricetta prevede: 4 Cl di rum bianco cubano, 3 Cl di succo di lime, 7 foglioline di menta, 2 cucchiai di zucchero di canna bianco raffinato, ghiaccio e soda. Basta mescolare due cucchiaini di zucchero di canna bianco e il succo di mezzo lime, dopodiché aggiungete la menta, schiacciate delicatamente, aggiungete il ghiaccio, il rum e completate il tutto con della soda. Il segreto per una buona ricetta è avere un rum pregiato e di grande qualità.

Piña Colada

Piña Colada vuol dire letteralmente “ananas pressato”, è un cocktail a base di rum bianco molto dolce che nasce a Porto Rico, anzi può essere definito la bevanda nazionale portoricana. Secondo i racconti fu inventato all’inizio dell’800 da un terribile pirata, Roberto Cofresí, il quale per infondere coraggio ai suoi umani preparava questo bevanda dolce di ananas e rum. La Piña Colada così come la conosciamo e beviamo oggi risale al 1963 quando Don Ramon Portas Mingot del Barrachina ufficializzò la ricetta che viene usata ancora oggi, ovvero: 3 cl di rum bianco, 9 cl di succo d’ananas e in più 3 cl di latte di cocco, il tutto frullato con del ghiaccio e servito in un bicchiere Hurricane, e se si vuole si può guarnito con una fetta d’ananas.

La Piña Colada ha anche la sua variante analcolica la Virgin Colada: basta eliminare dalla ricetta il rum e usare solo il latte di cocco e il succo di ananas.

Mai Tai        

Mai Tai in tahitiano significa semplicemente “buono”. Nato nel 1944 in California in un locale polinesiani. È un cocktail molto alcolico, deciso e potente in cui il sapore del rum è prepotente ed importante proprio per questo motivo per un buon Mai Tai la cosa più importante è avere un rum di grande qualità. La ricetta mescola insieme 4 cl di rum bianco, 1,5 cl di orange curaçao, 1,5 cl di sciroppo di orzata e 1 cl di succo di lime fresco e solo alla fine si aggiunge 2 cl di rum scuro.

   

Havana Zombie

È l’unico cocktail a prevedere nella ricetta tutti e tre i tipi di rum: scuro, chiaro e bianco. Una bevanda nata nel 1934 che ben presto diventata molto famosa, la sua ricetta rimase segreta per un po’ di anni ma bene presto la ricetta fu di dominio pubblico. Per la sua preparazione occorrono: succo di un lime, 5 cucchiai di succo di ananas, 1 cucchiaino di sciroppo di zucchero, 1 parte di rum bianco, 1 parte di rum chiaro, 1 parte di rum scuro, 4-5 cubetti di ghiaccio. Il tutto ha il via mescolando energicamente tutti gli ingredienti e poi versare il tutto, senza filtrare, in un bicchiere alto.

Cuba Libre

È cocktail a base di rum più facile da preparare, infatti, basta mescolare insieme solo tre elementi: rum, lime e cola. Per la buona riuscita della preparazione bisogna fare molta attenzione alle dosi degli ingredienti che vanno rispettate alla lettera, affinché, diano vita al giusto equilibrio tra i sapori. Il nome di questo cocktail deriva dalle grida di gioia dei cubani che dopo aver combattuto a fianco degli Stati Uniti ottennero nel 1898 la libertà dall’isola dalla Spagna. Dopo la liberazione l’isola iniziò subito scambi commerciali con gli Stati uniti e tra i primi prodotti ad entrare a Cuba ci fu, appunto, la Coca Cola che poi è alla base di questo cocktail.