Traghetti per la Grecia

Una vacanza in giro per le isole della grecia con i traghetti è una delle esperienze meravigliose che ciascun uomo, che sia amante della natura, dell’arte, o della cultura mediterranea, deve sicuramente vivere almeno una volta in tutta la sua esistenza.

Si parte dal porto di Ancona con destinazione Igoumenitsa, uno snodo importante per raggiungere le isole Ionie, tra cui Cefalonia, Corfù ed Itaca. Il vantaggio di partire in traghetto è quello di poter portare la propria auto, utile per visitare l’entroterra di queste splendide isole.
Cefalonia è l’isola più grande dell’arcipelago, ricca di paesaggi contrastati da alte colline e spiagge dai colori variegati, come il bianco, il giallo e il nero. Spiagge di sabbia, di ciottoli, di scogli e di rocce. Un paesaggio ed una natura che soddisfano i gusti di tutti.
Sbarcati sull’isola, con il proprio mezzo di trasporto, si può visitare l’entroterra o raggiungere uno dei paesini più caratteristici dell’isola, Fiskardo, caratterizzato dai vivaci colori delle case e dall’allegria delle taverne. Il viaggio prosegue ad ovest, sulla spiaggia di Myrtos, con il mare che cambia in base al vento: se non soffia, l’acqua è limpida e di color turchese; se il vento si alza, l’acqua si colora di blu.


Con il traghetto ci spostiamo sull’isola di Itaca. Qui la natura sembra essersi fermata al tempo di Ulisse. Il paesaggio è caratterizzato dalle insenature che crea il golfo di Molos e dalla costa occidentale, parallela a quella di Cefalonia. Da qui si possono ammirare scenari mozzafiato. Rinomato è il tramonto visto dalla costa occidentale, dove si vede il sole scomparire dietro l’isola di Cefalonia. Tutte le baie sono raggiungibili con la macchina, tra cui la baia di Dexa; da qui si può raggiungere la “Grotta delle Ninfe”, luogo magico e ricco di storia, poiché si narra che Ulisse, vi nascose i doni avuti dal re dei Feaci. Una visita merita il villaggio di Vathy caratterizzato da stretti vicoli e gradevoli caffè.
Il viaggio prosegue e si conclude a Corfù, l’isola più famosa del mar Ionio. A nord ci sono le spiagge più turistiche, quella più famosa è Paleocastritsa, dove l’Odissea narra che Ulisse vi approdò dopo il naufragio. Da visitare è la città di Corfù, dove si possono ancora ammirare i segni della dominazione veneta nella fortezza che dall’alto domina la città, le ville in pieno stile anglosassone, il palazzo dell’Achilleion, voluto da Elisabetta d’Austria e dedicato al culto di Achille. Caratteristici sono i villaggi dei pescatori, dove nelle trattorie si possono degustare degli ottimi piatti di pesce, tipici dell’isola.