Archivio mensile:febbraio 2016

Cerchi casa alcuni consigli

Quando decidiamo che è giunto il momento di acquistare casa o di cercare un all’alloggio in affitto, e ci affacciamo per la prima volta sul mercato immobiliare, ci rendiamo presto conto della considerevole complessità di questo settore: la vasta gamma di tipologie di casa e gli innumerevoli fattori che concorrono a formare il prezzo di vendita o il canone di affitto rendono il compito di valutazione per i non esperti particolarmente complesso, se non addirittura impossibile.

Muoversi in autonomia alla ricerca della soluzione più adatta alle proprie esigenze non è solo un’attività difficile e complessa, ma può rivelarsi spesso anche rischiosa in termini economici. Se non si dispone di una sufficiente esperienza di prezzi di immobili, possibilmente maturata anche con una minima analisi critica delle loro principali caratteristiche, vengono meno gli strumenti di paragone che aiutano a comprendere se il prezzo che viene preteso dal venditore per l’oggetto di nostro interesse è congruo oppure no.

homes-for-sale

In campo immobiliare, come è noto, i valori economici in gioco sono spesso rilevanti, in particolare per le compravendite, e un errore di giudizio sul prezzo può comportare facilmente una perdita secca per l’acquirente anche di svariate migliaia di euro. Per questa ragione, è consigliabile avvalersi di professionisti immobiliari in grado di dimostrare oggettivamente che il prezzo trattato corrisponde al reale valore di mercato dell’immobile ovvero si discosta sensibilmente.

Cerchi case in vendita ad Ottaviano rivolgiti all’agenzia immobiliare che ha anche altri vantaggi oltre a quello di garantire all’acquirente un acquisto o una stipulazione di contratto di affitto in linea con quanto realmente offre il mercato. Poiché l’agente immobiliare si interpone tra le parti interessate all’affare, egli permette all’acquirente di poter trattare il prezzo con maggior distacco, senza i tipici condizionamenti psicologici di un confronto faccia a faccia con il venditore. In questo modo si creano inoltre le condizioni per spuntare prezzi finali più convenienti.

Nella maggioranza dei casi, rivolgersi all’agenzia immobiliare permette di acquisire agevolmente anche una vasta gamma di informazioni tecniche riguardanti l’oggetto d’interesse, prima ancora di visionarlo personalmente o di consultare un notaio, ad esempio, per effettuare onerose indagini catastali di approfondimento. Questo permette di ottenere un quadro informativo completo fin dai primi passi della ricerca e di poter conseguentemente valutare l’opportunità di proseguire nell’affare ovvero di rinunciare, facendo risparmiare una considerevole quantità di tempo e denaro.

Corsi di cucina

Era da tanto che accarezzavo l’idea di dare un senso alle mie naturali predisposizioni in cucina.

Non più ragazzina, ero però abbastanza in forma e determinata a valorizzare le mie potenzialità, a realizzarmi dedicandomi a qualcosa di importante, a trasformare, come per magia, la mia passione in una professione.
E’ stato con questo spirito propositivo che, qualche anno fa, ho deciso di frequentare un corso di cucina, spronata anche dai numerosi programmi televisivi che ruotano attorno alla figura dello chef, all’arte culinaria. Nonostante la crisi, lo chef è sempre richiesto e, per chi vive questa passione, si aprono ampie prospettive: dallo streetfood, alla cucina decorativa, al cibo a domicilio, ai percorsi enogastronomici, e ovviamente, la possibilità di essere il protagonista di ristoranti rinomati.
Presa la decisione, mi sono dovuta orientare fra le innumerevoli proposte sul mercato, infatti i Corsi di Cucina sono veramente tantissimi e diversi per programma, durata e costi.
Io personalmente ho preferito frequentare un corso impegnativo e serio, che mi ha fornito la certificazione HACCP e le tecniche professionali necessarie per introdurmi nel mondo del lavoro.
Il Corso di Cucina Professionale che ho scelto, era strutturato in tre fasi: la prima parte teorica di 40 ore, da svolgere in sede;
la seconda di laboratorio didattico nel ristorante, per 40 ore; infine, un tirocinio di 300 ore da svolgere presso un rinomato ristorante della mia città.

cibo
La modalità del “numero chiuso” per noi corsisti è stato un gran vantaggio, in quanto ha permesso a ciascuno di noi di essere seguita quasi individualmente durante le nostre esperienze tra i fornelli.

Il team di docenti era formato da chef professionisti che mi hanno insegnato tutti i trucchi del mestiere, suscitando in me un interesse totale, tanto da mantenere un livello attentivo molto alto anche nella fase teorica, che reputavo, a torto, la meno interessante!
Grazie alla loro competenza, è stata stuzzicata la mia curiosità riguardo le diverse tradizioni culinarie, tanto che ho voluto approfondire le mie conoscenze sulla cucina etnica e sulla cucina fusion, vegetariana, vegana, esotica, e devo ammettere di avere raggiunto traguardi che non immaginavo sulla cucina per le intolleranze.
Ho imparato anche le strategie di costruzione di diverse tipologie di menu. Alla fine del Corso ero talmente entusiasta da consigliare a tutte le mie amiche di fare un identico percorso.
La frequenza al Corso di Cucina è stata un’esperienza positiva sia sul piano professionale che su quello umano, per la grande disponibilità dimostrata dagli chef e dall’organizzazione, che mi ha dato la possibilità di finanziare i costi, in modo da poter frequentare senza incidere troppo sul bilancio familiare.